Cos’è? E’ uno spazio d’incontro nel quale la coppia, affiancata da un terzo neutrale (il mediatore), ha la possibilità di (ri)negoziare le questioni relative alla propria separazione, sia negli aspetti relazionali che economici.

A chi si rivolge? A coppie sposate o conviventi, con o senza figli, che non sanno cosa fare, a quelle che vogliono separarsi, alle coppie già separate. Alle famiglie ricostituite e a i nonni.

Vantaggi. Il percorso mira a salvaguardare le relazioni genitori - figli, la comunicazione tra genitori, soprattutto nei momenti di conflitto. Permette di distinguere ruoli coniugali da genitoriali, consente autonomia decisionale rispetto alle controversie giudiziarie: le decisioni, infatti, vengono prese insieme, non imposte.
Il percorso. Si articola per un massimo di 10 - 12 incontri, con cadenza quindicinale, nella garanzia del segreto professionale, ed in autonomia dall’ambiente giudiziario. Agli incontri partecipano solo i genitori, non i figli.

“Si vince solo se vincono tutti” è la base della tecnica della Mediazione: consente alla famiglia l’attivazione di un confronto leale, volto alla ricerca di soluzioni nell’interesse degli adulti e dei figli.

La mediazione non nega il conflitto: lo ritiene uno strumento utile per l’affermazione delle individualità ed un modo di rompere degli equilibri per crearne di nuovi, più adatti alla crescita e al cambiamento.

0
0
0
s2sdefault
Powered by Amazing-Templates.com 2014 - All Rights Reserved.